Laura Aprati

Una vita in viaggio.

Margherita e il 2 aprile

Posted on | Il mio diario | aprile 2, 2011

Il 2 aprile per Margherita è un giorno importante. Il 2 aprile di 26 anni fa la mafia le ha ucciso la mamma e i due fratellini. Per errore la bomba che doveva far saltare in aria il giudice Carlo Palermo esplose al passaggio della macchina con Barbara Rizzo e i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta. Ma oggi non voglio parlare di loro ma di Margherita. La bambina che a 10 anni viene catapultata in un mondo fatto di orrore, morte, solitudine. Margherita che ha viaggiato attraverso la vita con la caparbietà di chi ha tanto sofferto. Margherita che ha curato, lungamente, la sua ferita.
La ricordo la prima volta che l’ho conosciuta di persona , tre anni fa circa. Veniva a raccontare la sua storia in TV. Piccola, capelli neri corvini , occhi scuri per il colore e il dolore. Timida, impacciata su quello sgabello di fronte a Franco Di Mare ma composta nel raccontare una tragedia che avrebbe distrutto anche una roccia…Eppoi passa un po’ di tempo e ci ritroviamo a Trapani per presentare Malitalia ed ecco la sorpresa. Margherita è un’altra persona. Un nuovo taglio di capelli, la luce negli occhi. Una donna nella pienezza della sua vita. Il mio pensiero fu “Margherita si è ripresa la sua vita”. E così era. Margherita aveva finalmente elaborato, sicuramente dolorosamente, il suo lutto e aveva deciso che era il momento di vivere non solo nel ricordo dei suoi, non solo nella lotta alla mafia – di cui è diventata un simbolo. Era il momento di vivere per Margherita.
Margherita si è fidanzata lontana dalla sua Trapani a Parma. Si sposerà il 30 aprile e avrà un papà d’eccezione ad accompagnarla all’altare, Don Luigi Ciotti che le è stato sempre vicino, che l’ha sostenuta in questi anni. E smessi gli abiti del padre civile diventerà il padre spirituale che celebrerà la nuova vita di Margherita.

Comments are closed.

-->
  • Chi sono


    Nata in un a terra “forte e gentile” come tutti gli abruzzesi sono tenace e paziente. Sono curiosa e ho voglia di capire perché le cose succedono.
    La conoscenza, la passione per il viaggio mi hanno portata in giro per il mondo ma anche a visitare l’Italia più volte. Amo l’arte e so che la cultura può muovere il mondo.
    Ascolto sempre e credo che la parola sia un’arma da usare con attenzione ed etica.

  • In compagnia

    rovereto rimaandI Peshmerga IMG_3527 IMG_3516 IMG_3510 IMG_3508 DSCN8265 DSCN8262 DSCN8243
  • In viaggio

    06 29 32 (1) 40 intervistapeshmerga 2 4_0 6 12 17
  • A tavola

    bakhtiari-kebab fichi IMG-20150413-WA0010 lipari1 1 2 4 5 7 8
  • Ultime immagini inserite

    pizzadello scarto lipari1 IMG-20150413-WA0010 IMG-20150413-WA0001 fichi Falafel-mahshi bakhtiari-kebab rovereto rimaandI Peshmerga
  • -->